fbpx

Beard Rulez

Who wears the Beard makes Rulez

Stili di Barba

La barba, al pari di capelli e sopracciglia, è uno dei principali elementi in grado di definire o modificare l’aspetto di un volto.

Per questo motivo non tutti i tipi di barba stanno bene su tutti i volti ma possono aiutare ad addolcire o accentuare le caratteristiche peculiari di un viso donando carattere e personalità.

Principalmente possiamo individuare 7 tipi di volto maschile:

  • Rotondo
    un viso dalle forme delicate e dolci a cui, in genere, si cerca di donare “spigolosità” per renderlo più snello e allungarlo.
  • Allungato
    un tipo di viso che tende ad essere sottile, dove il mento e la fronte predominano sul resto.
  • Quadrato
    questo tipo di viso è spesso influenzato da una mascella importante, molto ben pronunciata.
    In questo caso la barba contribuisce ad ammorbidire la mascella.
  • Ovale
    un viso regolare, molto versatile e adatto alla maggior parte dei modi in cui può essere cresciuta e curata la barba.
  • Esagonale
    un tipo di viso molto spigoloso e largo.
    La barba aiuta ad ammorbidirne i contorni e a dare profondità e spessore alle aree più ampie e vuote.
  • Rettangolare
    su questo tipo di viso, molto geometrico, un tipo di barba apparentemente incolta aiuta a rompere le geometrie a ammorbidire gli spigoli e le aree più allungate del viso come la fronte e le guance.
  • Triangolare (punta in basso)
    in questo tipo di volto il mento è molto lungo e prominente.

Quindi in base ai tipi di volto e all’obiettivo che ci si prefigge è possibile andare a delineare moltissimi tipi di barba.

  • Barba incolta:
    come dice il nome questo tipo di barba è molto nature e poco curato.
    Meglio se piena, questa barba è adatta a tutti i tipi di visi ma è particolarmente adatta ai visi rotondi in quanto tende ad allungarli.
  • Barba folta e ordinata:
    un tipo di barba ordinato e preciso, generalmente piena e bilanciata.
    Ottenerla è semplice: il primo passo è lasciar crescere la barba per poi andare a controllarla e rifinirla (in particolare nella zona delle guance e del collo che vanno tenute pulite con una lametta o un rasaio adatto a rifinire).
    Questo tipo di barba è adatto a tutti i volti ma valorizza particolarmente i visi ovali o triangolari.
  • Hollywoodiana:
    questo stile è molto ordinato, con la linea delle guance molto bassa.
    Può essere portata con o senza basette.
    La parte inferiore della barba può essere modellata a punta con l’aiuto di forbici da barba ma, una caratteristica fondamentale è che il collo sia sempre pulito e ben rasato.
    Questo stile di barba è caratteristico delle star di hollywood che ne influenzano il nome.
  • Barba piena:
    un misto tra lo stile curato e l’incolto, questo tipo di barba negli ultimi anni è stata adottata dagli hipster che ne hanno fatto la loro bandiera e caratteristica principale.
    Generalmente viene accompagnata con baffi a manubrio.
    Questo stile di barba non segue regole particolari, il collo può essere rasato o meno e le linee delle guance possono essere più o meno alte a seconda del gusto personale.
    L’unica accortezza deve essere nei confronti dei lati che devono essere spuntati regolarmente per evitare un effetto gonfio e disordinato.
  • A punta (o ducktail):
    questo stile si ottiene partendo da una barba folta.
    Si inizia abbassando la linea delle guance, si rade completamente il collo e si modella la punta.
    Questa barba necessita di cura costante in quanto è molto facile apparire trasandati e poco curati senza l’aiuto di cere o altri accessori per modellare la barba.
    Ideale per chi ha una faccia squadrata con una mascella importante.
  • Con doppia punta (french fork):
    molto particolare e caratteristico, il french fork è un tipo di barba molto simile alla ducktail ma anzichè una punta è necessario farne 2.
    Per farlo si parte da una barba piena e si modella con delle forbici da barba in modo tale da ottenere 2 punte.
    Ancora più importante che nella ducktail l’uso di cere per mantenere separate e in ordine le due punte.
  • Basettoni (o mutton chops):
    ottenere questo stile è molto semplice in quanto basta lasciar crescere la barba fino alla lunghezza desiderata.
    A questo punto, con l’aiuto della lametta è necessario radere e modellare la parte centrale del volto (i baffi possono essere lasciati o rimossi a seconda dell’effetto che si vuole ottenere).
    Questo stile richiede che le aree senza barba (mento, labbra, collo) siano mantenute pulite e che le aree con la barba siano controllate mantenendo in ordine l’aspetto.
    Questo tipo di barba è un classico adatto ai volti corti, sia ovali che triangolai o esagonali, in quanto permette di allungarne la fisionimia.
  • Di 3 giorni (stubble):
    molto semplice da ottenere, questo stile necessita di far crescere la barba per qualche giorno mantenendo puliti collo e linea sopra le guance con linee nette e ben definite. Ideale su volti rotondi e a diamante, adatta con abbigliamento casual.
  • Garibaldi:
    diventata famosa per via di Garibaldi che la portava, questa barba si caratterizza per la sua pienezza. A differenza della barba piena la parte finale viene tagliata arrotondata e i baffi, ben rifiniti, non devono coprire le labbra.
  • Sottogola:
    un tipo di barba molto particolare in quanto viene tenuta esclusivamente una striscia di barba, più o meno folta, mentre il resto del viso viene rasato completamente.
    Adatto ai volti con una mascella importante, questo tipo di barba aiuta a smussare gli angoli alleggerendoli.
    Questa barba richiede una cura costante e continua per mantenerne l’ordine e la geometria.

Questi sono solo alcuni dei tantissimi stili di barba in circolazione ma ricorda che per creare il tuo stile di barba basta un buon rasoio, tanta fantasia e la voglia di mettersi in gioco.

E tu? Qual’è lo stile adatto a te?
Seguici sui social e facci sapere la tua!

INSTAGRAM

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Follow Me!