fbpx
BEARD BUNDLE (CREAM+OIL) 20% OFF
FREE SHIPPING* ON ORDER IN SHOP OVER €30

Perché gli uomini hanno la barba ma possono perdere i capelli?

Ascolta un gruppo di uomini parlare di bellezza e benessere e noterai un tema ricorrente: mentre alcuni si vantano delle loro barbe folte e ben curate, altri esprimono frustrazione per la perdita dei capelli. Questo strano fenomeno, sebbene comune, rimane spesso poco compreso. Il contrasto tra una rigogliosa barba e la crescente calvizie può sembrare un paradosso biologico. Il nostro articolo esplorerà le basi scientifiche dietro la crescita di barba e capelli, analizzando i fattori genetici e ormonali coinvolti in questo processo. Rivelando le ragioni dietro queste differenze, discuteremo anche le opzioni disponibili per gestire e mitigare la perdita dei capelli.

La crescita dei peli: barba vs capelli.

La crescita dei peli sul corpo umano, che si tratti di capelli o di barba, segue un ciclo di crescita specifico diviso in tre fasi: anagen (crescita), catagen (transizione) e telogen (riposo). Durante la fase anagen, i follicoli piliferi sono attivi e producono nuovi capelli. Questa fase può durare diversi anni sul cuoio capelluto, ma è tipicamente più breve per i peli del viso. Successivamente, il pelo entra nella fase catagen, un breve periodo di transizione che dura alcune settimane, in cui la crescita si ferma e il follicolo si restringe. Infine, nella fase telogen, il pelo permane inattivo nel follicolo fino a quando non cade o viene spinto fuori da un nuovo pelo nella fase anagen successiva.

Le differenze fondamentali nella crescita dei peli del viso rispetto ai capelli sul cuoio capelluto possono essere in parte attribuite alla durata delle loro rispettive fasi anagen. La barba di solito entra nella fase anagen per un periodo più breve rispetto ai capelli sul cuoio capelluto, il che potrebbe spiegare perché, in alcuni uomini, la barba sembra meno densa rispetto ai capelli. Tuttavia, questo non spiega completamente perché alcuni uomini possono avere una barba spessa ma sperimentare calvizie.

Genetica e influenza ormonale.

Gli ormoni svolgono un ruolo cruciale nella modulazione della crescita dei peli. In particolare, il testosterone e il suo derivato, il diidrotestosterone (DHT), hanno un impatto significativo. Il DHT è conosciuto per il suo ruolo nell’alopecia androgenetica, comunemente conosciuta come calvizie maschile, influenzando i follicoli piliferi in modi che riducono loro dimensione e il periodo di crescita del capello. Curiosamente, mentre il DHT può indebolire i capelli sul cuoio capelluto, sembra avere l’effetto opposto sui peli del viso, stimolandone la crescita.

Il confronto diretto tra i capelli e la barba mostra quindi un intrigante contrasto: mentre l’eccesso di DHT può portare alla calvizie nel cuoio capelluto, potrebbe contemporaneamente promuovere una barba più piena e densa. La genetica gioca anche un ruolo cruciale. I geni specifici ereditati dai propri genitori possono influenzare non solo la quantità di DHT prodotta, ma anche la sensibilità dei follicoli piliferi a questo ormone.

Calvizie e le sue cause.

Alopecia androgenetica.
L’alopecia androgenetica è il termine scientifico per la calvizie maschile, un tipo di perdita dei capelli influenzata soprattutto dagli ormoni e dalla genetica. Questa condizione causa la miniaturizzazione dei follicoli piliferi, che iniziano a produrre capelli sempre più sottili e più corti fino a cessare completamente la loro crescita. Anche se prevalentemente associata al cuoio capelluto, l’alopecia può teoricamente influenzare anche la barba. Tuttavia, la manifestazione sulla barba è molto meno comune. Questa differenza potrebbe essere spiegata dalla diversa sensibilità dei follicoli piliferi del viso rispetto a quelli del cuoio capelluto agli ormoni, in particolare al DHT.

Fattori ambientali e stile di vita.
Oltre ai fattori genetici e ormonali, lo stile di vita e l’ambiente possono avere un impatto notevole sulla salute dei capelli e della barba. Lo stress cronico, per esempio, può peggiorare la perdita dei capelli causando l’entrata anticipata dei follicoli in una fase di riposo. Anche una dieta povera, ricca di junk food e carente di nutrienti essenziali, può debilitare ulteriormente i follicoli piliferi. Fattori ambientali come l’esposizione a inquinanti e il fumo di sigaretta possono accelerare la perdita dei capelli influenzando negativamente la circolazione e la qualità dell’aria intorno al cuoio capelluto e al viso.

Altre condizioni di salute.
Infine, altre condizioni mediche possono contribuire allo spargimento dei capelli. L’alopecia areata, una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi, può causare chiazze di calvizie sia sulla barba che sul cuoio capelluto. Disturbi ormonali come l’ipotiroidismo o l’iperprolattinemia possono anche influenzare negativamente la crescita dei peli su tutto il corpo.

Soluzioni e trattamenti disponibili per combattere la calvizie.

Soluzioni topiche e farmaceutiche.
Tra le opzioni di trattamento più comuni per la calvizie troviamo farmaci come il minoxidil e la finasteride. Il minoxidil, applicato localmente, aiuta a stimolare i follicoli piliferi a entrare nella fase di crescita e a produrre capelli più spessi e più lunghi. La finasteride, d’altra parte, agisce inibendo la conversione del testosterone in DHT, riducendo così uno dei principali fattori che contribuiscono alla calvizie maschile. Tuttavia, mentre questi trattamenti possono essere efficaci nel rallentare la perdita dei capelli o addirittura nel promuovere una ricrescita, possono anche comportare effetti collaterali che devono essere considerati.

Trattamenti naturali.
Per chi preferisce un approccio più naturale, esistono diversi rimedi erboristici e integratori che possono favorire la salute dei capelli e della barba. Oli essenziali come quello di rosmarino e di menta piperita sono stati studiati per le loro proprietà stimolanti la crescita dei capelli quando applicati topicamente. Inoltre, integrare la propria dieta con vitamine e minerali, come la biotina, la vitamina D e il ferro, può aiutare a nutrire i follicoli piliferi dall’interno.

Mantenere una barba sana e folta.

Routine di cura della barba.
Per coloro che sono fortunati ad avere una barba folta ma si stanno battendo contro la calvizie, mantenere una barba ben curata è essenziale. L’uso di prodotti appropriati come oli per barba, balsami e shampoo specifici può aiutare a mantenere la barba pulita, idratata e in buone condizioni. Questi prodotti non solo aiutano a gestire l’aspetto estetico della barba, ma possono anche nutrire la pelle e i follicoli sottostanti, promuovendo una crescita sana e prevenendo irritazioni e forfora.

Alimentazione e stile di vita per una barba sana.
Nutrire il corpo con alimenti salutari è essenziale non solo per la salute generale, ma anche per mantenere una barba folta e rigogliosa. Gli alimenti ricchi di proteine, come carne magra, pesce, uova e legumi, sono cruciali per la crescita dei peli, poiché i capelli e la barba sono composti prevalentemente da proteine. Gli acidi grassi omega-3, trovati nel salmone e altri pesci grassi, possono rinforzare i follicoli piliferi e migliorare la densità della barba. L’apporto sufficiente di frutta e verdura, ricche di vitamine e minerali, è altrettanto importante; in particolare la vitamina C aiuta a proteggere i peli dai danni ossidativi.

L’importanza dell’idratazione e di un sonno adeguato non può essere sottovalutata.
Bere abbondante acqua aiuta a mantenere la radice dei peli idratata e a eliminare le tossine che possono influire sulla crescita della barba. Inoltre, ottenere un riposo sufficiente è cruciale perché durante il sonno il corpo ripara e rigenera i follicoli piliferi danneggiati.

Abbiamo esplorato le meravigliose complessità della crescita di barba e capelli, esaminando come fattori genetici, ormonali, ambientali e dello stile di vita contribuiscano alle varie manifestazioni di peluria. Mentre alcuni uomini possono vantare una folta barba ma lottare con la perdita dei capelli, comprendere le cause radicate può aiutare a gestire efficacemente entrambe le condizioni.

Se hai sperimentato qualcuna di queste situazioni o hai trovato strategie efficaci per mantenere una barba sana o combattere la calvizie, condividi la tua esperienza nei commenti qui sotto. La conoscenza è più potente quando condivisa, e la tua storia potrebbe fornire un supporto prezioso a qualcuno nella stessa situazione. E non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter per ricevere ulteriori informazioni e aggiornamenti su salute e bellezza. Condividi questo articolo sui social media per aiutare altre persone a comprendere meglio il fenomeno della barba folta e della calvizie. 
Grazie per la lettura!

Rispondi